Creazione della vita (La). Disegno intelligente o beffardo scarabocchio?

Creazione della vita (La). Disegno intelligente o beffardo scarabocchio?
Prezzo:
€ 11,00
Al momento non è disponibile

Descrizione

Umberto Fasol - Fede & cultura - 2007 -  pp. 80

Prefazione del Card. Christoph Schönborn

Darwin formula la sua teoria sull’origine delle specie in un periodo storico in cui si ignoravano ancora le leggi dell’ereditarietà (scoperte da Mendel), il codice genetico e lo stesso DNA, tutta la citologia e l’anatomia moderna, la fisiologia che studiano i nostri medici e, soprattutto, la vastissima e complicatissima biochimica cellulare. L’essere vivente ci appare oggi - sui nostri testi scolastici - come “una complessità irriducibile”, ovvero come un sistema che svolge un insieme di funzioni che non sono né prevedibili né incluse nei “pezzi” di cui è composto. La funzione, dunque, è stata imposta dall’esterno del sistema e implica un “Disegno intelligente” che li ha progettati in ogni dettaglio - in un solo attimo - per la realizzazione di uno scopo. La macroevoluzione, ovvero la nascita delle “forme” tipiche di ogni classe di esseri viventi - dalla colonna vertebrale ai polmoni, dalle ali al cervello, - non trova alcuna spiegazione nel modello classico a base di “errori” casuali fissati dall’ambiente (per mutazione e selezione naturale). La ragione rifiuta spiegazioni affidate al “caso”, in biologia così come in ogni campo dell’attività umana, e riconosce invece che il mistero, oggi, dopo tutte le scoperte scientifiche che conosciamo, si è fatto più fitto di prima. Si dice che solo lo 0,5% del DNA ci separi dalla scimmia: dove cercare allora la fonte del nostro linguaggio, della nostra intelligenza, dell’arte, della civiltà, dell’autoironia, della coscienza e del senso religioso, che ci fanno così diversi e così unici nell’Universo?