Luce delle virtù (La). Alla ricerca dell'immagine cristiana dell'uomo

Luce delle virtù (La). Alla ricerca dell'immagine cristiana dell'uomo
Prezzo:
€ 4,65
Al momento non è disponibile

Descrizione

Josef Pieper - San Paolo - 1999 - pp. 44 - EAN 9788821539961

Tommaso d’Aquino, il grande maestro della cristianità occidentale, esprime l’immagine dell’uomo in sette tesi: a) il cristiano è una creatura umana che – nella fede – prende coscienza della realtà del Dio trino; b) il cristiano tende – nella speranza – al compimento definitivo del proprio essere nella vita eterna; c) il cristiano si orienta – nella carità – verso Dio e verso il prossimo, affermandoli in un modo che supera ogni capacità naturale di amare; d) il cristiano è prudente, cioè non permette al sì o al no della volontà di offuscare la sua visione della realtà, ma fa dipendere il sì o il no della volontà dalla verità delle cose reali; e) il cristiano è giusto, cioè può vivere nella verità “con l’altro”; f) il cristiano è forte, cioè è pronto a subire ferite e, se necessario, la morte per la realizzazione della giustizia; g) il cristiano è temperante, cioè non permette che la sua voglia di possedere e di godere divenga deleteria e contraria all’essere.

Da queste tesi deriva che l’etica, intesa come esposizione di ciò che l’uomo è più che di ciò che l’uomo deve fare, è essenzialmente una dottrina delle virtù (soprattutto delle quattro virtù cardinali). Proprio per questo Josef Pieper ritiene fondamentale riproporre alla coscienza generale del nostro tempo, nella sua forma originaria, questo grandioso affresco dell’immagine cristiana dell’uomo, spinto non da un interesse “storico”, ma dalla convinzione della perenne validità e dalla vitale importanza di questa immagine dell’uomo per la comprensione delle situazioni esistenziali dell’uomo contemporaneo.

Josef Pieper (1904-1997), filosofo della morale e saggista, studiò a Münster, dove si laureò nel 1928 con una tesi sul fondamento ontico dell’etica di san Tommaso d’Aquino. Noto a partire dal 1934 con la pubblicazione del saggio Vom Sinn der Tapferkeit (Sulla fortezza), nei trent’anni successivi il tema delle virtù – sia cardinali si teologali – diventò centrale nelle sue ricerche e nelle sue pubblicazioni.