Regole di bioetica

Regole di bioetica
Listino:
€ 11,00
Prezzo:
€ 9,90
Risparmi:
€ 1,10 (10%)
Disponiblie immediatamente

Descrizione

Massimo Ermini - Plus - 2005 - pp. 160 - EAN 9788884923042

Coerentemente al suo titolo, l'opera "Regole di Bioetica" si propone di conferire un ordine logico a questa disciplina, come variante dell'etica adibita allo studio ed alla valutazione morale del comportamento umano, ed in particolare degli operatori sanitari, nel campo vasto ed eterogeneo della bio-medicina, sia nel settore della ricerca che in quello della pratica assistenziale. Rifiutato decisamente il pluralismo bioetico perché contraddittorio della unicità sostanziale della coscienza umana e dei principi superiori che la guidano, ed escluso che si possano affrontare le questioni di competenza bioetica senza conoscere la verità biologica, come suo naturale terreno di cultura dottrinale, si sostiene la tesi per cui il giudizio morale sulla condotta in campo bio-medico debba prescindere da ogni convenienza contingente e di parte e riferirsi a valori di ordine superiore, e perciò permanenti ed immutabili, derivanti dalla legge naturale come base del ragionamento bioetico che identifica nel bene-vita il parametro di riferimento primario. In questa visione, che tiene conto della distinzione tra la bioetica di concezione laica e quella di ispirazione religiosa, e più propriamente cattolica, si esamina il rapporto tra la stessa bioetica con la scienza bio-medica, come suo terreno d'applicazione, con la religione e con altre normative di ordine sociale, quali il diritto e la deontologia professionale, e si riserva una analisi specifica a quelle circostanze dell'esistenza umana, come la vita incipiente e quella morente, che comportano problematiche morali di particolare rilievo, di norma non risolte in maniera eticamente corretta, valorizzando il principio giuridico della obiezione di coscienza in quanto traduzione diretta della coscienza individuale come sede autentica del senso morale.