Tra nichilismo e islam

Tra nichilismo e islam
Listino:
€ 15,00
Prezzo:
€ 13,50
Risparmi:
€ 1,50 (10%)
Disponiblie immediatamente

Descrizione

Gianni Baget Bozzo, Raffaele Iannuzzi - Mondadori - 2006 - pp. 96 - EAN 9788804555025

«Con il nuovo millennio è ripreso il conflitto che segnò il primo e il secondo millennio cristiano: quello tra Cristianità e Islam. Si tratta di una guerra radicalmente asimmetrica, che ha la forma dello scontro tra una religione e uno Stato, tra la potenza tecnologica e il suicidio martiriale, tra scelte individuali e diffuse e organizzazione concentrata. Motivato in forme religiose, il conflitto dell'Islam è soprattutto contro la civiltà tecnologica e i rapporti sessuali, sociali, economici che essa comporta e che influenzano il mondo musulmano non più in forma religiosa, da cui l'Islam si può difendere con la coercizione, ma occupando l'immaginario dei popoli musulmani, offrendo loro un modello di vita in cui non sussistono più le regole etiche della società, ma tutto è affidato alla scelta individuale. La società tecnologica insidia il mondo musulmano sul piano del costume, delle regole, delle scelte, offre una alternativa rispetto alle norme che vigevano nelle tribù arabe del VII secolo, codificate nel Corano. L'Occidente si trova esposto di fronte a una sfida, che riguarda la sua identità, posta da un'altra identità. Si tratta di una sfida storica impensata, che non ha precedenti e che trova stranamente, nella tradizione rivoluzionaria dell'Occidente, nella sua forma post-marxista, una complicità obiettiva. Ma non solo: dopo la fine della seconda guerra mondiale le stesse Chiese cristiane hanno pensato l'espansione mondiale del Cristianesimo come una colpa e hanno perso la coscienza della loro storia come identità e come valore. Ciò che chiamiamo "nichilismo" è la coscienza dell'uomo europeo in rivolta contro la propria storia e in particolare contro la tradizione ebraica, greca e romana, fuse e innalzate dal Cristianesimo in una sintesi che ha realizzato la più grande forma civile della storia umana. La principale forza su cui fa leva l'offensiva islamica contro la Cristianità è proprio il nichilismo europeo, considerato come la rivolta della coscienza europea contro la propria identità e la propria storia.»